App4Biz | l’azienda a portata di touch

Vorresti sfruttare appieno le potenzialità offerte dall’iPad per lavorare in mobilità con la massima sicurezza? Cerchi un modo per gestire in modo integrato e completo i tablet in azienda?

A partire dalle ore 15, martedì 8 maggio alla Mediateca di Santa Teresa a Milano e martedì 22 maggio all’Hotel Villa Medici a Firenze, gli esperti di Xenesys e Apple affronteranno il tema della gestione integrata dei device con gli applicativi e i sistemi enterprise, della sicurezza dei dati e delle applicazioni business per la mobilità.

L’evento è dedicato agli amministratori delegati, ai responsabili IT, ai responsabili delle linee di business e ai decision-maker a livello esecutivo.

La gestione integrata e completa degli iPad è possibile: dall’introduzione della tecnologia in azienda, al disegno di app personalizzate, all’integrazione con gli altri applicativi e con i sistemi enterprise nell’ottica della massima sicurezza, all’assistenza e manutenzione dei device, fino alla loro dismissione e smaltimento.

Sarà l’occasione anche per parlare di Innovative Lease, una nuova formula di provisioning firmata Xenesys che permette alle aziende di beneficiare appieno delle potenzialità dei device della mela a fronte di un unico canone di servizio: l’azienda si libera dagli investimenti infrastrutturali, beneficiando di una maggiore flessibilità e di una totale trasparenza del TCO (Total Cost of Ownership).

Iscriviti sotto!

app for biz1 App4Biz | lazienda a portata di touch

Pogramma dell’evento

14.30

Welcome & registration

15.00

Alessandro Daprà
Apple Italia

iPad in business

L’azienda a portata di touch: performance e sicurezza garantite dalle tecnologie Apple

15.45

Alessandro Stoppa
Project Manager, Xenesys

L’iPad si integra con gli strumenti d’impresa: il mobile device management su misura e sotto il pieno controllo dell’IT

16.15

Coffee break

16.45

Alessio Petrelli

Responsabile Enterprise Applications, Xenesys

Gianluigi Di Costanzo

Creative Director e Apple Product Professional, Xenesys

App enterprise su iPad anytime anywhere: le applicazioni in mobilità aumentano la produttività delle persone

17.30

Massimiliano Molese
Direttore Innovative Lease, Xenesys

Innovative Lease, un nuovo approccio di provisioning: la gestione dell’iPad nel suo intero ciclo di vita a fronte di un unico canone di servizio

18.10

Aperitivo

L’evento è giusto per me?

L’evento è riservato agli amministratori delegati, ai responsabili IT, ai responsabili delle linee di business e ai decision-maker a livello esecutivo di aziende di medio-grandi dimensioni che vogliono sfruttare al massimo le potenzialità dell’iPad anche in mobilità.

Dove si svolge l’evento?

L’evento si svolge nella Mediateca di Santa Teresa in via della Moscova, 28 a Milano, una biblioteca dedicata al digitale e ricavata all’interno di una vecchia chiesa barocca.

Quanto costa?

Niente! La partecipzione all’evento è gratuita.

Quanto dura l’evento?

L’evento dura circa tre ore, a partire dalle 15.

Come si arriva?

La Mediateca si trova nella ex chiesa di Santa Teresa ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.
MM 2, fermata Moscova.
MM 3, fermata Turati, da via Turati imboccare via Moscova sulla sinistra
Autobus 43 e 94, direzione nord, fermata Moscova-P.ta Nuova, proseguire 50 metri in via Moscova oltre il semaforo.
Autobus 43 e 94, direzione sud, fermata Mirabello, percorrere via S. Fermo fino alla fine.

Per informazioni e iscrizioni:

Irene Rossi irene.rossi@xenesys.it

Iscriviti a Milano
Iscriviti a Firenze

IT Service Managament | strategie di sopravvivenza aziendale

IT Service Management sopravvivenza aziendale IT Service Managament | strategie di sopravvivenza aziendaleCome trasformare la gestione dell’IT aziendale da lotta per la sopravvivenza a opportunità di crescita? Anche se analisti e istituti di ricerca parlano di un 2012 senza grandi iniezioni di fiducia rispetto all’anno precedente, le aziende possono tornare a correre sul mercato grazie a una gestione strategica delle risorse interne.
Lo scenario ICT nel 2012
Secondo Nielsen, la recessione ha contratto i consumi anche per l’anno in corso e imposto una gestione dei budget ancora più attenta da parte delle aziende, ora – in generale – ancora più parsimoniose a effettuare investimenti rischiosi e non remunerativi nel breve-medio periodo. Anche il mercato del lavoro è in fase di stagnazione, dice Confindustria, perché le aziende sono ancora molto vincolate a tagli sulle spese, che ne rallentano la crescita. In questo momento di ridimensionamento dei budget, alcuni segnali positivi arrivano dal settore ICT, in cui le aziende decidono di investire: Gartner prevede nel 2012 un aumento della spesa del 2,5% rispetto al 2011, con un giro d’affari di 3.750 miliardi di dollari a livello mondiale. L’ICT è dunque chiaramente identificata come una leva per mantenere performance e competitività.

Ma sorge un problema: da una parte, le imprese sono chiamate a investire sempre più in IT, ad esempio nelle sempre più pervasive applicazioni mobile, nel cloud computing, nella business intelligence, nelle unified communications e nel social media marketing, questo per non perdere terreno rispetto ai competitor e rimanere in linea con le evoluzioni tecnologiche; dall’altra, visto l’andamento congiunturale, hanno la necessità di sfruttare al massimo le risorse presenti in azienda per contenere i costi.

L’IT Service Management diventa strategico

Proprio in questo contesto, puntare sull’IT Service Management può rappresentare la risposta a esigenze contrapposte. La gestione ben calibrata, affidata a un professionista esterno, dell’intero insieme di servizi di assistenza operativa IT significa:

  • recuperare efficienza e, quindi, avvantaggiare le performance aziendali;
  • risparmiare risorse economiche a beneficio degli investimenti IT;
  • ottenere efficienza garantita dagli SLA assicurati da un professionista;
  • risparmiare risorse sul controllo della spesa effettiva per l’erogazione di ciascun servizio, che diventa scalabile e modulabile a partire dalle reali esigenze.

L’IT Service Management comprende attività eterogenee, spesso dispersive e poco quantificabili in azienda a livello di spesa, ma che, se affidate a un esterno, comportano vantaggi e costi certi e misurabili, che permettono la programmazione degli investimenti strategici con il budget a disposizione. Un servizio globale comprende:

  • i servizi di manutenzione del parco macchine;
  • il service desk tecnico e operativo all’utente in più lingue;
  • il supporto on-site a copertura nazionale o internazionale, nel momento effettivo del bisogno e senza risorse allocate per il cliente;
  • il servizio di staging per il set-up degli strumenti aziendali;
  • il disegno e la gestione ottimizzata del customer care e del back office.

Nuove risorse da investire

La possibilità di garantire un servizio di assistenza ai clienti di massimo livello e, allo stesso tempo, di tenere sotto controllo la spesa IT, permette ai CIO e ai responsabili IT di liberare i loro budget dai vincoli di costo. Le aziende potranno così:

  • investire in ricerca e sviluppo;
  • attivare nuove assunzioni;
  • avere risorse da cui attingere per entrare in altri mercati o in contesti internazionali.

Le imprese, quindi, non dovranno più focalizzarsi solo sull’innovazione tecnologica, ma potranno riconsiderare la qualità dei servizi che forniscono in chiave strategica, grazie a fornitori e consulenti di massima professionalità e affidabilità, per massimizzare la relazione con il cliente e mantenere un alto livello di competitività e performance sul mercato.

 

Giovanni Cuccuini | Public Relations Specialist

Virtualizzare gli applicativi core e tutelare i dati aziendali: la strada giusta verso il cloud

La tua azienda ha già fatto i primi passi nella virtualizzazione e vuole muoversi verso il cloud? Hai le idee non del tutto chiare su tutti gli strumenti disponibili per proteggere la tua azienda?

L’evento, organizzato da Xenesys in collaborazione con VMware, EMC e 9Proof, è pensato ad hoc per i responsabili IT delle imprese che desiderano beneficiare dei vantaggi della virtualizzazione e del cloud senza minacciare il patrimonio informativo aziendale.

All’hotel The Westin Excelsior a Firenze, il 15 maggio esperti sui temi della virtualizzazione e della sicurezza aziendale presenteranno alle imprese gli strumenti adatti per muoversi con confidenza e affidabilità verso il cloud computing.

Iscriviti sotto!

imginfrastrutture Virtualizzare gli applicativi core e tutelare i dati  aziendali: la strada giusta  verso il cloud

Pogramma dell’evento

15.30

Welcome & registration

16.00

Massimiliano Vannucchi
Responsabile Infrastructure Services, Xenesys

La strada verso il cloud passa dalla virtualizzazione delle applicazioni core e dalla sicurezza delle informazioni aziendali.

16.15

Matteo Marini
Senior System Engineer, VMware

Virtualizzando gli applicativi core c’è molto da guadagnare: prestazioni e supporto migliori e più elevata qualità di servizio.

17.00

Alberto Bardelli
Sales Specialist – Unified Infrastructure Group, EMC

IT transformation: accelerare le performance degli applicativi business-critical e garantire l’alta affidabilità in azienda.

17.45

Coffee break

18.15

Alessandro Zoncu
Business developer manager, 9proof
Federico Simonetti
Scientific director, 9Proof

Safety First: cifratura omnipervasiva e cancellazione sicura delle informazioni in ambienti di rete.

19.00

Aperitivo cena

L’evento è giusto per me?

L’evento è riservato ai responsabili IT delle società che si stanno muovendo rapidamente verso la virtualizzazione e il cloud.

Dove si svolge l’evento?

L’evento si svolgerà presso The Westin Hotel Excelsior a Firenze. Google Map.

Quanto costa?

Niente! La partecipzione all’evento è gratuita.

Quanto dura l’evento?

L’evento dura circa tre ore, a partire dalle 16,00.

Cosa troverò all’evento, oltre agli interventi del moderatore e degli speaker?

Durante l’evento sarà offerto un coffee break e un aperitivo finale sulla terrazza del sesto piano dell’albergo SE·STO on Arno, dalla quale si gode una vista spettacolare della città.

Dove posso parcheggiare?

I partecipanti all’evento possono parcheggiare gratuitamente presso il Garage Excelsior in via Palazzuolo, 94.

Per informazioni e iscrizioni:

Irene Rossi irene.rossi@xenesys.it

ActivatED | Consorzio MPS racconta Xenesys e la BI di Qlikview

Ecco la seconda video case history del progetto ActivatED. Dopo Carapelli Firenze è il turno del Consorzio Operativo Gruppo Montepaschi raccontare la sua esperienza con Xenesys e con la Business Intelligence firmata Qlikview.

“La rapidità con cui cambiano gli scenari economici attuali impone agli strumenti di bi enorme flessibilità e rapidità. Xenesys in pochi giorni ha creato per noi un cruscotto in linea con questo requisito.”
Filiberto Rossi, responsabile controllo di gestione

L’azienda

Consorzio Operativo Montepaschi è il centro di sviluppo e gestione dei sistemi informatici e di telecomunicazione del Gruppo Monte dei Paschi di Siena. Il Consorzio opera con una capacità di elaborazione complessiva di circa 33.500 MIPS (Million Instruction Per Second) attraverso cinque unità operative in tutta Italia e oltre 2.900 addetti. Le attività principali a favore delle società consorziate riguardano principalmente la manutenzione ed evoluzione del sistema informativo, la gestione del back office amministrativo dei processi bancari e le attività relative ai servizi generali quali commessi, centralinisti e portieri.

L’esigenza

A seguito dell’introduzione del nuovo software per il controllo di gestione, il Consorzio si è trovato impossibilitato nell’utilizzare il sistema di reportistica operativa e direzionale sviluppato sui dati presenti nel precedente sistema. L’implementazione del modulo per la business intelligence dell’ERP in uso avrebbe richiesto un impegno di risorse e un tempo troppo lungo rispetto alle esigenze della direzione. Da qui, è nata l’esigenza di accedere ai dati presenti sul gestionale (e su alcuni sistemi a corredo) con uno strumento unificato che fosse di veloce implementazione.

L’implementazione

Xenesys ha realizzato un cruscotto direzionale di business intelligence su tecnologia Qlikview, che permette di interrogare un sottoinsieme di dati presenti sul gestionale e integrati con altre fonti (database Oracle e file Excel) tramite un connettore. Mediante questo connettore, i dati sono stati estratti e modellizzati insieme a quelli provenienti dalle altre fonti. Partendo da un modello logico condiviso, il cruscotto, destinato all’alta direzione, permette di effettuare delle analisi spot utilizzando il modello informativo definito.

I benefici

Il progetto, realizzato in brevissimo tempo e con risultati impeccabili, ha permesso di analizzare alcune informazioni fondamentali per il Consorzio (uno per tutti il budget) mediante un’interfaccia semplice e intuitiva, rispondendo in pieno ai problemi evidenziati. Inoltre, lo strumento messo a punto permette, una volta definito un modello consistente, di effettuare delle analisi dinamiche definite dall’utente, seguendo percorsi logici esplorabili, senza la necessità di modellarli preventivamente.

Alle prossime settimane con nuove video case history ActivatED. Stay tuned!

ActivatED | Carapelli Firenze racconta Xenesys e lo storage EMC

Il miglior modo di raccontare chi siamo è farlo attraverso la voce dei clienti che sono soddisfatti del nostro lavoro. Con questa intenzione nasce il progetto ActivatED, una raccolta di quattro video case history realizzate in collaborazione con LoadingLab, che saranno pubblicate nella prima metà del 2012 e nelle quali i clienti stessi raccontano la loro esperienza professionale con Xenesys, attraverso le parole di IT manager, responsabili dei sistemi informativi e amministratori delegati.

Il primo video riguarda l’intervento infrastrutturale di storage con tecnologia EMC2 in Carapelli Firenze, azienda toscana famosa per i prodotti oleari e sinonimo di olio italiano nel mondo.

“Abbiamo raggiunto un livello di gestione dello storage eccellente in termini di stabilità, erogazione del servizio, performance, tempi di backup. In generale, ora dedichiamo maggior tempo ad attività ad alto valore aggiunto per l’azienda.” Luca Greco, direttore IT

L’azienda

Carapelli Firenze è la marca numero uno in Italia nel mercato dell’extravergine (fonte: AC Nielsen Market Track YTD 02/2012). Dal 2006 all’interno del Gruppo internazionale Deoleo, oggi gestisce e coordina nel mondo i marchi del Gruppo. Carapelli Firenze opera attraverso tre stabilimenti in Italia con circa 340 dipendenti, vende 200 milioni di kg di olio all’anno e fattura circa 600 milioni di euro.

L’esigenza

Il crescente fabbisogno di attivazione di servizi in azienda ha comportato una sempre maggiore focalizzazione e dedizione della struttura IT al supporto delle applicazioni e delle loro funzionalità. Il valore aggiunto che questi servizi rappresentano per l’azienda e il tempo dedicati a essi dovevano essere ripagati con la riduzione del TCO (Total Cost of Ownership), necessario al mantenimento della relativa infrastruttura tecnologica di base. Lo storage era il punto critico. Il cliente ha deciso di affidarsi a un partner tecnologico competente con l’obiettivo di sviluppare un’infrastruttura affidabile, scalabile in termini di capacità e sicurezza, che migliorasse significativamente le performance e che liberasse risorse della struttura IT al fine di poterle dedicarle ad attività ad alto valore aggiunto.

L’implementazione

Xenesys ha realizzato la nuova infrastruttura di storage EMC2, che ospita tutti i servizi dell’azienda. Il nuovo storage ha consentito al cliente di posizionarsi su una marca leader in termini di mercato e ottenere, così, un eccellente livello di stabilità di erogazione dei servizi e delle performance di funzionamento. Relazionandosi principalmente con l’IT manager, Xenesys ha realizzato il progetto in circa 90 giorni di lavoro, attraverso l’implementazione di tecnologie EMC.

I benefici

  • Stabilità in termini di erogazione del servizio: nessun fermo e totale disponibilità del sistema in qualsiasi momento
  • Migliori performance di funzionamento e riduzione del 50% dei tempi di backup e caricamento dei datamart
  • Riduzione del 70% dei tempi di amministrazione e controllo
  • Controllo proattivo e predittivo dei possibili guasti del sistema con apertura automatica delle chiamate
  • Riduzione del 30% del TCO
  • Maggiore sicurezza dei dati garantita da EMC, azienda leader di mercato negli storage

Nelle prossime settimane il secondo video case history ActivatED. Stay tuned!